Al   MARCONI…image001
la Storia della
Radio

 image002

Mercoledì 9 dicembre nell’Aula Magna del nostro Istituto si inaugura l’inizio degli eventi commemorativi in occasione del Ventennale della fondazione della scuola che porta orgogliosamente il nome del famoso scienziato Guglielmo Marconi, a cui si deve l’invenzione della “Telegrafia senza fili” e il premio Nobel in Fisica nel 1909.

Proprio in onore del grande scienziato si è voluto invitare per un seminario didattico dal titolo “DALLA SCINTILLA MARCONIANA ALLA RADIODIFFUSIONE” l’Associazione Italiana per la Radio d’Epoca, un'associazione a carattere culturale che riunisce gli appassionati di storia delle telecomunicazioni in tutte le sue forme: radio, telegrafo, telefono, etc.

Ha animato e condotto il seminario il Prof. Stefano Leopardi, che ha appassionatamente descritto la storia dell’invenzione della radio marconiana ed ha evidenziato il suo ruolo fondamentale nelle varie fasi dell’evoluzione tecnico-scientifica che hanno segnato la storia del secolo scorso fino ai giorni d’oggi con le trasmissioni wireless. Al seminario sono seguite delle dimostrazioni con gli apparati fedelmente ricostruiti dell’epoca di Marconi, presentate e descritte dai soci dell’associazione AIRE di Roma, i Sigg. Fabio Zeppieri, Paolo Franceschetti, Biagio Laureti. Tutti gli studenti delle classi quinte che hanno seguito la “lezione” hanno mostrato interesse e coinvolgimento, ponendo domande tecniche ma anche chiedendo con curiosità informazioni sulla storia di questi antichi apparati.

In questa occasione i nostri studenti hanno potuto ‘toccare con mano’ un pezzo di storia importante non solo del nostro Paese, ma di tutta l’umanità che deve al nostro Guglielmo Marconi le origini della moderna tecnologia.

 

Prof.ssa Maria Grazia Di Noi    

 

image003

              image004image005

 (Apparati marconiani ricostruiti fedelmente dai soci AIRE e descritti durante il Seminario)

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!


Se vuoi saperne di più  fai click sul link "No, dammi maggiori informazioni" per leggere l'informativa sui cookie. Facendo click sul link "Si, accetto" acconsenti ad utilizzare i cookie e potrai continuare a navigare nel sito.