Il Marconi al “ RED HAT Open Source Day”

IMG 0701Il 15 novembre si è svolto, all’interno del Palazzo dei Congressi in Roma, il Red Hat Open Source Day.
Data l’importanza, a livello internazionale, della manifestazione, non poteva mancare la presenza del Nostro Istituto rappresentato dai professori Alessandra de Vitis e Ugo Vitti
Perché è importante Red Hat Open Source Day? Perché questa manifestazione offre opportunità di collaborazione tra aziende fondamentali nel settore IT e nostri studenti?
Oltre vent'anni fa, Marc Ewing , fondatore di Red Hat ebbe l'idea di sviluppare soluzioni software in modo differente e cominciò a collaborare con leader IT, membri della comunità open source, sviluppatori e partner potesse creare un'ottima piattaforma per il futuro dell'IT: Red Hat® Enterprise Linux®.
Red Hat, Inc. oggi è una società multinazionale statunitense che si dedica allo sviluppo software e al supporto di software libero e open source in ambiente enterprise ovvero aziendale.

 

 

IMG 0708La cultura e i concetti dell'open source aiutano studenti, insegnanti, scuole e community a migliorare l'esperienza di apprendimento sentendosi liberi di condividere le proprie idee e di costruire sul lavoro degli altri.
Imparare e insegnare "la filosofia open source" consente agli studenti di prepararsi meglio per la propria carriera e aiuta le scuole a differenziarsi e a far crescere una nuova generazione di collaboratori open source.
Il termine "open source" indica qualcosa che è possibile modificare perché si basa su un progetto accessibile al pubblico.
Il termine "open source", in origine coniato nell'ambito dello sviluppo dei software per computer, oggi designa un insieme di valori che costituiscono la cosiddetta mentalità "open source". I progetti, i prodotti o perfino le iniziative open source si contraddistinguono per l'adozione e il rispetto dello scambio aperto, della partecipazione collaborativa, della creazione rapida di prototipi, della trasparenza, della meritocrazia e dello sviluppo della community.
La giornata è stata molto interessante.
Durante la mattina abbiamo potuto seguire gli interventi del general manager Red Hat sul Futuro Flessibile e veloce e a seguire le relazioni dei rappresentanti CISCO, Fujitsu, HPE, IBM, Intel, e Lenovo.
Nel pomeriggio abbiamo seguito le sessioni di lavoro su “Cloud & IoT & Mobility” con gli interventi di:
IBM: A new IBM for a secure open cloud
Cisco: DataCenter Transformation: La digitalizzazione tra applicazioni ed hybrid cloud
Partec-TIM: OpenStack Self Data Center, il cloud computing secondo TIM
Intel: The transformation to a smart and connected world
Eurotech: Agilità e flessibilità: i nuovi elementi chiave dell’ IOT
Plurimidia: Opportunità e programmi Red Hat per gli Atenei e le Scuole italiane
Al termine delle sessioni abbiamo potuto contattare i rappresentanti delle varie aziende per discutere su vari progetti di alternanza scuola lavoro e per sondare l’opportunità di offerte di lavoro per i nostri diplomati.
In conclusione è stata una giornata ricca e interessante anche se piuttosto faticosa.

Alessandra de vitis

 

 

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!


Se vuoi saperne di più  fai click sul link "No, dammi maggiori informazioni" per leggere l'informativa sui cookie. Facendo click sul link "Si, accetto" acconsenti ad utilizzare i cookie e potrai continuare a navigare nel sito.